Gradini e scalinate in porfido

Le scalinate in porfido sono composte da due elementi principali: le pedate o gradini, che sono la vera e propria parte calpestabile, e le alzate, che rivestono la parte verticale del gradino stesso.

Gradini


I gradini in porfido si ottengono da lastre di grandi dimensioni. Si tratta di pezzi speciali, che su ordinazione possono essere anche personalizzabili, nelle colorazioni e nelle forme.

Esistono varie tipologie di lavorazioni:

- GRADINI PIANO NATURALE: i gradini vengono impiegati per il rivestimento di scale sia esterne che interne. Si tratta di lavorati su misura che possono avere una lunghezza a correre (ossia variabile), fissa oppure divisa in più pezzi sfalsati. Si caratterizzano per avere una colorazione mista. Inoltre solo le coste in vista vengono calibrate per i primi 5/6 cm.
Su richiesta è altresì possibile grazie alle nuove tecnologia avere gradini in porfido con piano naturale con calibratura a tutto piano.

- GRADINI PIANO FIAMMATO: a differenza dei gradini con piano naturale, hanno uno spessore costante per tutta la lastra. Permettono la posa in colla. Solitamente hanno una colorazione abbastanza costante sul grigio/marrone.

- GRADINI MASSICCI o A MASSELLO: sono gradini creati in blocchi unici, di grande impatto esterno, con spessori piuttosto alti tra i 10  ed i 20 cm.

Le diverse lavorazioni dei gradini in porfido


I gradini in porfido vengono lavorati solitamente solo sulle parti in vista (la parte frontale o “costa lunga” ed eventualmente le due teste, ossia i due lati “corti”).

Tra le lavorazioni più comuni troviamo:
-    Costa fiammata,
-    Costa lavorata a spacco
-    Costa segata e smussata
-    Costa a toro fiammata
-    Voltatesta (nel caso di davanzali)
-    Costa a mezzo toro o becco di civetta fiammata
-    Gocciolatoio
-    Tagli fuori squadra
-    Incastri